Questo sito si serve dei cookie tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Stampa

 

Si decolla

 

Se cerchi motivazioni per vivere tranquillo e soddisfatto, delegando ad altri la giustificazione della tua vita, allora il contenuto di questa mail non fa per te.
Se invece sei alla ricerca di come indirizzare le tue energie su di una strada precisa, allora ci siamo.

Gennaio 2016. Con l'incontro internazionale operativo di tre giorni di più quadri direttivi a Bruxelles, si apre un'altra fase del nostro progetto, ed è quella che mira a farlo effettivamente decollare.

Partiamo dal concreto. L'unicità, l'ambizione, ma anche la professionalità del nostro progetto, già sperimentato e in itinere, mette d'accordo moltissima gente di qualità. Ciò riguarda indistintamente uomini stanchi della politica, imprenditori, intellettuali, militanti, ed esponenti politici.


Come più volte ho avuto modo di spiegare, credo sia l'unico disegno che è riuscito a mettere in sintonia esponenti di partiti o movimenti che per motivi futili si fanno la guerra tra loro ed è forse l'unico progetto che oltre ad essere trasversale si rivela sinergico.
La disponibilità a una cooperazione ci viene dai più alti livelli politici ungheresi, greci e fiamminghi e si estende a livelli medio-alti francesi e italiani. Ma quel che stupisce favorevolmente è che non solo essi si sono mostrati attivamente disponibili – nei fatti e non nelle chiacchiere – a sostenere il nostro operato ma che, in esso, non esitano a relazionarsi anche tra loro, malgrado le divisioni esistenti in altri campi e per altre ragioni. I miracoli sono possibili, basta rompere con gli schemi mentali abituali e imparare a lavorare per realizzare impersonalmente e non per arraffare il possibile e per metterci su il cappello.
Mentre ai livelli partitici più alti esistono già passerelle verso l'Austria, la Germania e alcuni Paesi dell'Est, a livello militante, intellettuale e movimentista, vanno aggiunti concretamente la Spagna e il Belgio vallone mentre, su questo piano, stiamo intrecciando relazioni un po' ovunque.

Come definire questo progetto? Non tanto metapolitico quanto ultrapolitico.
Esso è tripartito, come la tradizione delle nostre stirpi e come l'essenza dell'uomo.
È quindi culturale, militante ed economico. Si divide pertanto in tre settori, ma coordinati da coloro che possono esprimere la totalità dei piani.
Si ripropone d'innovare e di attualizzare il pensiero nazional-rivoluzionario adattandolo all'era post-democratica.
Unire le avanguardie europee in una logica d'Imperium è il suo motto e il suo scopo.

Procederemo quindi su tre piani: intellettuale, di militia ed economico. I tre piani saranno coordinati tra loro.

Intellettualmente opereremo per fornire a tutti l'idea forza rinnovata. Lo faremo con una serie d'incontri, di studi, di approfondimenti e di eventi. Almeno quattro all'anno avranno dimensione europea e vedranno partecipare relatori francesi, spagnoli, inglesi, fiamminghi, greci, tedeschi, ecc
Come veicoli ci doteremo di una rivista europea che uscirà ogni anno e di quaderni lanzichenecchi plurilingue.
Su questa base partiranno incontri e conferenze di formazione lanzichenecca.

Formativamente andremo a costituire unità imperiali  di “lanzichenecchi” anche in Europa e pertanto, passate le due prime fasi di preparazione, dalla prossima primavera rilanceremo le attività dei Lanzichenecchi in Italia.

Economicamente andremo a organizzare i ceti produttivi potenziando ed europeizzando le iniziative di apertura di mercato di Lambda.


Detto così può sembrare un insieme di semplici propositi.
A Bruxelles abbiamo invece stilato un calendario molto denso che prevede già nove appuntamenti importanti in Europa, sei dei quali già datati, nel primo semestre dell'anno.


Avviso ai  naviganti.
1) Dopo il primo bilancio, abbiamo deciso di chiudere le iscrizioni a Lambda in qualità di soci; verranno fatte eccezioni nei confronti di tutti coloro i quali si erano già detti disposti a partecipare all'impresa.
2) Le partecipazioni a Lambda permarranno nelle intermediazioni, come spiegheremo dettagliatamente.
3) Dalla prossima primavera riformeremo i Lanzichenecchi e stabiliremo le quote d'iscrizione.

Prime date di calendario fissate per il 2016

Gennaio
20-27 Parigi: messa in piedi dell'embrione francese

Marzo
12: Presentazione di EurHope a Parigi
15:  presentazione di EurHope all'Europarlamento di Bruxelles e, in margine, tavola rotonda sull'Imperium.
23: Milano, EurHope, incontro internazionale sull'Europa

Aprile
6: Africa Occidentale Francofona: incontri tra imprenditori e rappresentanti istituzionali all'Europarlamento di Bruxelles.

Luglio
22-24  Imperium, incontro lanzichenecco europeo in Francia

Settembre
16  presentazione di EurHope a Barcellona

Gli appuntamenti di Lambda, tranne quello a respiro europeo qui esposto, non sono  ovviamente in questa lista per non confondere le idee.
Restano da definire e da scegliere ancora le date e i  luoghi per EurHope e Lanzichenecchi
sulla margherita iniziale di:
Ginevra (Svizzera)
Strasburgo (Francia)
Lille (Francia)
Budapest
Grecia
Polonia
Oslo
Lisbona
e altri Paesi del Nord e dell'Est

Gli obiettivi, già in parte raggiunti, sono i seguenti:
- Innovare il pensiero d'avanguardia
- Formare ed educare
- Fare rete
- Organizzare ed esprimere i produttori
- Fornire all'alternativa nazional-rivoluzionaria la mentalità, le risorse umane e il potere sociale necessari a competere concretamente.


Per il momento il tuo compito è quello di contattare chi ritieni interessato e farlo iscrivere alla nostra mailing list, contattandoci su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o compilando il form che si trova sul nostro sito www.lanzichenecchi.eu al fine di essere tenuto al corrente in tempo reale delle evoluzioni del progetto.

Avanti autocarri
Gabriele Adinolfi